Aggressioni al personale delle ferrovie: giovedì presidio alla stazione

aggressione pestaggio bullismo picchiaIl fenomeno delle aggressioni al personale ferroviario è diventato un’emergenzadavanti alla quale nessuno può più permettersi il lusso di girarsi dall’altra parte!

Un capotreno derubato, un altro con il timpano lesionato a causa di un pugno ricevuto e l’ultimo aggredito ferocemente con le due braccia ingessate, questi gliultimi episodi avvenuti in Toscana (che hanno causato anche problemi alla circolazione con ritardi e soppressioni), per non parlare di un collega accoltellato ad un polmone in Sicilia ecc ecc.

Da circa due anni le Segreterie Regionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti denunciano tale situazione in tutte le sedi possibili, sia aziendali che istituzionali assistendo a continui rimpalli di responsabilità/competenze.

Siamo di fronte a un grave problema di ordine pubblico a cui bisogna far fronte iniziando immediatamente con il togliere dall’isolamento il personale delle ferrovie! Le FS devono smetterla di “pensare” esclusivamente all’alta velocità e le Istituzioni devono intervenire per fronteggiare un problema che riguarda i ferrovieri ma anche i cittadini/viaggiatori

Riscontriamo quindi con favore le dichiarazioni rilasciate in questi giorni dal Presidente Rossi, ritenendo non più rinviabile un deciso intervento da parte della Società con azioni mirate ed adeguate risorse.

Giovedì 18 dicembre 2014 si terrà un presidio 
presso la stazione di Firenze SMN lato piazza Adua dalle 10 alle 11
organizzato da Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti
per denunciare le continue aggressioni di cui è oggetto
il personale ferroviario