Bullo marocchino sale senza biglietto sputa e prende a schiaffi un’autista

Carabinieri: nuovo logo per bicentenario dell'ArmaAncora un’aggressione su una corriera nella Marca: assalita, schiaffeggiata, minacciata. Disavventura per l’autista della corriera Mom, una donna di 58 anni, che ieri sera è stata pestata durante l’ultima corsa del pullman che da Treviso arriva fino a Motta di Livenza. Ad agire un giovanissimo magrebino che, alla richiesta dell’autista di esibire l’abbonamento o pagare il biglietto, le si è rivoltato contro tirandole due forti ceffoni. La donna è quasi svenuta.

Il fatto è accaduto davanti ad alcuni increduli passeggeri. Sul posto sono arrivati i carabinieri: la corriera guidata da V. I., con 30 anni di servizio sulle spalle, era partita dall’autostazione di Treviso alle 9. Doveva arrivare a Oderzo alle 21.35, per terminare la corsa a Motta alle 22. Alla fermata di Ponte di Piave è salito il ragazzo, secondo l’autista di circa 16 anni. «Mi è passato davanti per andarsi a sedere in fondo – racconta la donna – Gli ho chiesto se aveva l’abbonamento, mi ha risposto di no. Allora gli ho detto che doveva pagare il biglietto. Mi ha risposto che non aveva i soldi».

Nel frattempo la corriera ha continuato. Al momento di scendere il giovane nel passare davanti all’autista, le ha sputato due volte contro. La donna, sbalordita e arrabbiata, è scesa di corsa andandogli dietro. «A quel punto – prosegue V. I. – mi si è girato contro dicendomi un sacco di parolacce e tirandomi due ceffoni fortissimi. Ho visto tutto nero, sono quasi svenuta dal colpo».

Al bar La Piramide intanto il gestore si era accorto che fuori c’era trambusto e aveva chiesto alla moglie di uscire a controllare. Sono stati subito allertati i carabinieri che, dopo i primi rilievi, hanno iniziato le ricerche dell’aggressore. Intanto la conducente, scossa e sotto choc, continuava a ripetere: «Mai avrei creduto che se la sarebbero presa con una donna». Che per sbarcare il lunario da 30 anni fa un lavoro impegnativo, negli ultimi tempi diventato sempre più pericoloso.

di Annalisa Fregonese
Treviso, 18 dicembre 2014
Fonte Il Gazzettino

2 thoughts on “Bullo marocchino sale senza biglietto sputa e prende a schiaffi un’autista

  1. E’ ORA DI FARE PULIZIA DA QUESTA IMMONDIZIA EXTRACOMUNITARIA, O CI PENSA LO STATO O CI PENSIAMO NOI. E’ MEGLIO CHE CI PENSIAMO NOI. LE FORZE DELL’ORDINE VADANO IN GITA UNA VOLTA ALLA SETTIMANA E NOI GLI FACCIAMO TROVARE LE STRADE PULITE E GLI OBITORI PIENI.

Comments are closed.