Imprenditore italiano lascia eredità di 10 milioni in beneficenza

soldi-euro-lotteriaUn patrimonio di oltre 10 milioni di euro donato in beneficenza: decine di immobili lasciati in eredità a persone esterne alla famiglia ritenute meritevoli di aiuto. E’ la decisione testamentaria di Sergio Borea, l’impresario delle piastrelle, ottantenne, morto alla fine del 2014. Borea, che amava il volo ed è stato campione dell’aeronautica da turismo, aveva preso questa decisione in accordo con la moglie Elisa Albites, cognata di Paolo Villaggio. La notizia è stata pubblica dal Secolo XIX e dalla Stampa. Tra i legatari testamentari ci sono il figlio della segretaria, il giardiniere, collaboratori ed amici.
Fonte Fonte Ansa

Roma, 6 febbraio 2015