Paura in tangenziale: bimbo perde i sensi, salvato da un avvocato e un carabiniere

tangenzialeLa corsa in ospedale interrotta da un guasto all’auto, il traffico all’ora di punta, il pronto intervento di un avvocato ed un carabiniere ad anticipare il 118. Mattinata di paura, quella di oggi, a pochi metri dall’uscita Centro Direzionale.

Due genitori napoletani stavano tentando di portare il figlioletto di 18 mesi in ospedale: aveva la febbre altissima e non respirava bene. Giunti all’imbocco della tangenziale di Napoli, però, l’auto ha cominciato ad avere problemi, fino a fermarsi per un guasto.
In quegli istanti concitati, il bimbo ha perso conoscenza e la madre è uscita sul ciglio della strada per trovare un passaggio.

“Nessuno si fermava – ha raccontato – ed ero disperata”. In attesa dell’ambulanza, si sono fermate per prestare soccorso due persone, l’avvocato stabiese Francesco Schettino e un carabiniere in servizio presso la Procura di Napoli.

Dopo qualche tentativo, il bimbo è stato rianimato ed è iniziata la corsa verso l’ospedale Santobono, grazie al passaggio offerto dal militare. Bloccato nel traffico, il mezzo di soccorso è stato intercettato all’uscita della tangenziale e per fortuna tutto è stato risolto. Ora il piccolo è sotto osservazione in ospedale.

11 Febbraio 2015

Dario Sautto

(fonte IlMessaggero)

A.P.