Carnevale di Venezia: vigili in maschera arrestano borseggiatore

ImmagineA Venezia anche i vigili partecipano al Carnevale. Due agenti del nucleo di polizia giudiziaria della Municipale hanno pizzicato un borseggiatore in maschera che alleggeriva gli zainetti dei turisti. Così, hanno indossato la maschera pure loro e lo hanno arrestato.

Il ladro, Serghey Belocrilov, di 32 anni, si muoveva indisturbato e in incognito. Grazie a un lungo mantello nero col cappuccio recitava la parte del personaggio misterioso e tenebroso che è facile incontrare in questi giorni in Laguna. Si era appostato sul pontile dei vaporetti dell’Accademia e approfittando del clima euforico e dei coriandoli si è avvicinato a una turista israeliana in fila per il battello e le ha aperto lo zaino senza che se ne accorgesse.

Non aveva calcolato che lì accanto a osservare la scena c’erano altri due mascherati come lui, per professione: due vigili vestiti da boia e da nobile veneziano. Cappelli, mantelli e bauta, il tipico travestimento veneziano che comprende tabarro nero e maschera bianca. Erano perfettamente in tema, proprio come lui.

Tutti e tre sono saliti sul battello, dove il ragazzo ha continuato a rovistare in borse e zaini e perciò è scattato l’arresto. Aveva racimolato un bottino internazionale a giudicare dalla perquisizione in cui sono saltate fuori monete diverse: dalle sterline ai dollari.
E’ stato portato in carcere su ordine del pubblico ministero.
di Stefania Piras
Fonte Il Messaggero
Roma, 15 febbraio 2015