Chiuso nel wc del treno per la dose i passeggeri chiamano la Polfer

polfer

Si era chiuso nel bagno del treno per drogarsi, ma i passeggeri non vedendolo uscire e temendo il peggio hanno chiesto aiuto alla Polfer. È così che B.L., 27 anni di Feltre, è finito nei guai. Per lui è scattata la sanzione amministrativa e la droga che è stata trovata nella toilette del treno è stata sequestrata dalla polizia.
L’allarme sul convoglio Padova – Belluno intorno alle 16.30. È a quell’ora che personale della polizia ferroviaria di Belluno in servizio di scorta è stato allertato da alcuni viaggiatori sul treno. Erano preoccupati perché da circa una ventina di minuti era chiuso in bagno. L’uomo non aveva risposto ai richiami delle persone che avevano bisogno di accedere al servizio.
Dopo vari tentativi gli agenti sono riusciti a farsi aprire dal passeggero che si era rinchiuso nella toilette. Subito si sono accorti della presenza all’interno del servizio di alcuni fazzoletti sporchi di sangue. Evidente che la persona che si era chiusa in bagno, era lì per drogarsi.
La Polfer a quel punto ha controllato il viaggiatore, che è stato trovato in possesso di droga, per uso personale. Il 27enne aveva con sé tutto il necessario per le dosi.
Gli agenti hanno trovato una boccetta di plastica contenente metadone, 3 involucri in cellophane contenenti cocaina, e 3 siringhe monouso, con tanto di laccio emostatico.

15 Febbraio 2015

(fonte IlGazzettino)

AP