Copenaghen, marea umana in piazza per ricordare le vittime dell’attentato

ImmagineIl centro di Copenaghen è stato invaso da una marea umana. Decine di migliaia di danesi sono scesi in piazza in memoria delle vittime degli attentati di sabato. Fiori e candele nelle mani della gente che ricorda il regista Finn Norgaard e Dan Uzan, l’eroe-guardiano della sinagoga di Copenaghen.

La manifestazione doveva tenersi nei dintorni dei luoghi degli attentati ma la polizia – dato l’alto numero di dimostranti – ha deciso di farli convergere nell’area centrale della capitale danese. Nel pomeriggio avevano manifestato alcune decine di militanti del gruppo anti islamico Pegida.

Vilks: “Sono sotto protezione, nessuno sa dove” – “Sono sotto protezione. Nessuno sa dove sono e per questo mi sento molto al sicuro”. Così il vignettista svedese Lars Vilks scampato all’attentato di Copenaghen, sabato, intervistato al telefono dal luogo segreto dove lo ha trasferito la polizia danese. “Dal 2010 sono sotto scorta ma adesso il livello di sicurezza è cresciuto tantissimo”, ha spiegato Vilks, minacciato di morte per aver pubblicato nel 2007 una vignetta che ritraeva il Profeta Maometto con le fattezze di un cane.

Fonte Tgcom24
Roma, 17 febbraio 2015