“Lasciate gli immigrati al largo” Gli italiani chiudono le frontiere

Immagine
Un italiano su tre contrario a salvare gli immigrati in mare. E il 72% teme un attacco terroristico dallo Stato islamico. Gli italiani hanno paura dell’avanzata dello Stato islamico. Un’avanzata che passa inevitabilmente dall’inferno libico e dall’invasione degli immigrati dal Mediterraneo.

Così, se il 72% degli italiani teme che l’Italia possa essere vittima degli attentati dell’Isis, un cittadino su tre è favorevole alla proposta del leader della Lega Nord Matteo Salvini di soccorrere i clandestini in alto mare e lì lasciarli.

Secondo il sondaggio fatto dall’Istituto Ixè di Roberto Weber per Agorà, gli italiani temono seriamente i jihadisti del Califfato nero. Tuttavia, di fronte all’ipotesi di un intervento militare in Libia, il 63% si dichiara contrario pur sapendo che i miliziani dello Stato islamico potrebbero infiltrarsi proprio sui barconi che ogni giorno partono dalle coste libiche per raggiungere la Sicilia e da qui arrivare nelle principali capitali europee. Un italiano su tre (esattamente il 34%) è, infatti, d’accordo con Salvini che qualche giorno fa ha detto che i clandestini “andrebbero lasciati al largo” delle coste italiane.

Un’ampia maggioranza (il 60% degli intervistati da Ixè), comunque, non apprezza le parole di Salvini. L’europarlamentare lumbard sta, infatti, pagando il calo di apprezzamento al Sud. Secondo il sondaggio, la forbice attesterebbe la Lega Nord tra il 6,5% e il 9,5% mentre il 13 febbraio era tra 7,8% e 10,8%.

20 febbraio 2015

Fonte IlGiornale 

ER