Carabiniere condannato, aperto il conto corrente

carabinieri

Arrestò e ferì un ladro tunisino. Ora si può versare un contributo per la maxi multa. Aperto dal consigliere provinciale Maurizio Marchetti il conto corrente dove è possibile versare un contributo a favore del carabiniere condannato (pena sospesa) a sei mesi di reclusione, al pagamento delle spese, pari a 1750 euro più iva, e al risarcimento danni, quindi 7500 euro più iva, oltre al pagamento di una provvisionale di 3500 euro, per avere causato lesioni a un ladro tunisino durante l’arresto, avvenuto in una cartiera della Piana. Il conto corrente per i versamenti a favore del carabiniere è stato aperto alla Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno, Gruppo Banco Popolare, agenzia di Altopascio. Questo l’Iban : IT12J0503470081000000001702 Marchetti ha aperto anche una pagina Facebook “Io sto con le forze dell’ordine” che in pochi giorni ha raccolto 1900 mi piace e sta catalizzando l’attenzione di tutti quelli che hanno stigmatizzato la condanna del carabiniere. “Da quello che sta succedendo credo che questa nostra iniziativa abbia interpretato un sentimento diffuso di condanna alla criminalità e di apprezzamento per l’attività , spesso disagiata, delle forze dell’ordine- sottolinea il consigliere provinciale Marchetti-. Le molte persone che si sono presentate in varie sedi con i soldi in mano , i tanti che hanno manifestato solidarietà e vicinanza sono il termometro di una situazione che tutti farebbero bene a valutare con grande attenzione”.

23 febbraio 2015

Fonte LaNazione

ER