Arrestano il marito: lei si spoglia nuda e prende a calci gli agenti – VIDEO

arrestanomaritoleisispoglia
Una reazione spropositata, come spropositata doveva essere la sbornia che questa coppia cinese si era presa dopo un pasto innaffiato da fiumi di alcol con alcuni amici.
Xiao Chen-Li, 30 anni, era in macchina con il marito Sying Hseuh, 28, e un gruppo di persone di ritorno da un ristorante. L’uomo, al volante della sua auto, dopo alcuni chilometri è stato fermato dalla polizia nella città di Wenzhou, nella provincia di Zhejiang, in Cina. Un controllo di routine che si è trasformato in una scena folle davanti agli occhi di alcuni passanti che, increduli, non riuscivano a comprendere cosa stesse accadendo.

Gli agenti, dopo essersi accertati del pericoloso stato di ebrezza in cui Sying si era messo al volante, hanno messo le manette ai polsi del l’automobilista imprudente e stavano per portarlo in centrale. Niente avrebbe potuto far prevedere la folle reazione della moglie e degli amici ubriachi: Xiao si è denudata in strada sfilandosi prima la maglietta e dopo i pantaloni. Poi ha iniziato a imprecare contro gli agenti e a prenderli a calci e pugni. A coadiuvarla nel bizzarro attacco anche i compagni di bevuta che erano in macchina con la coppia al momento del fermo degli agenti.

L’incidente è avvenuto sotto gli occhi di alcuni passanti che, increduli, hanno assistito allo “show” inaspettato e assolutamente imprevedibile. Uno di loro, come ormai di regola, ha impugnato il cellulare e ha filmato la scena, postandola poi on line. «È stato divertente, bizzarro e inquietante allo stesso tempo, nessuno sembrava davvero avere il controllo – ha raccontato Liang Yao, 25 anni, una testimone – Gli ubriachi cadevano a terra, si dimenavano, sferravano pugni, si spogliavano. La polizia, invece, non sapeva come gestire la situazione».

Ma alla fine per la coppia e gli amici esagitati sono scattate le manette. «Sei persone sono state arrestate per rissa, disturbo della quiete pubblica e guida in stato di ebrezza – ha riferito un portavoce della polizia – La donna, in aggiunta, dovrà rispondere per essersi denudata in pubblico».

1 Marzo 2015

Federica Macagnone

(fonte IlGazzettino)

AP