Carabiniere investito, i banditi gli offrono 3mila euro

ImmagineIl militare ieri è stato dimesso dall’ospedale, ma ne avrà per 90 giorni. La banda di albanesi mette sul piatto del denaro. Tremila euro per averlo tirato sotto con l’auto: sarebbe questo l’ammontare del risarcimento offerto dai tre banditi albanesi al brigadiere Maurizio Biasini, investito durante la trappola tesa loro dai carabinieri dieci giorni fa sotto un condominio di Treviso. Il diretto interessato non conferma né smentisce l’indescrizione.

Ma la rabbia per l’accaduto è ancora tanta mentre ieri mattina si apprestava a lasciare l’ospedale di Castelfranco. «Le cure, i medici e la solidarietà che ho ricevuto sono le cose migliori di questa brutta vicenda» ha spiegato Biasini.

I medici dell’ospedale castellano l’hanno operato martedì per ricomporre la frattura a tibia e perone causata dall’investimento a opera di uno dei banditi che, con tale manovra, voleva evitare la cattura. In realtà è finito in manette come i complici. Il brigadiere ha già preannunciato che si costituirà parte civile nel futuro processo. Anche perchè è rimasto ferito sia nel fisico che nell’animo da questa vicenda.

1 marzo 2015

Fonte IlGazzettino

ER