Spara a fratello e nipote, poi si uccide: raptus dopo lite in famiglia

poliziaSul posto è intervenuta la polizia, i cui primi rilievi accreditano la modalità del duplice delitto seguito da suicidio. Ha ucciso due familiari e poi si è tolto la vita. È accaduto in una abitazione di San Cipriano d’Aversa (Caserta), in via Modena. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, fatta dalla Polizia di Stato, a sparare è stato un ex muratore di 74 anni. Le vittime sono il fratello del muratore, un ex finanziere di 76 anni in gravi condizioni di salute, e la figlia di quest’ultimo, che aveva 48 anni. L’ex muratore ha imbracciato un fucile regolarmente detenuto e, per cause in corso di accertamento, ha sparato al fratello, ferendolo gravemente. Questi è sceso in strada dove è stramazzato al suolo. La polizia lo ha soccorso ma è morto poco dopo in ospedale. Mentre la volante soccorreva l’ex finanziere, nell’abitazione l’ex muratore ha sparato alla nipote uccidendola. Poi, dopo avere rivolto l’arma contro di sè, si è tolto la vita.

Fonte Il Mattino

Roma, 2 marzo 2015