“I neri vanno buttati a mare”: una donna indagata per odio razziale

Immagine

Una donna 72enne è stata indagata per ingiuria e istigazione all’odio razziale per aver aggredito un bimbo dicendogli che “tutti i negri andrebbero buttati a mare.”

Il 20 maggio dello scorso anno un bimbo di dieci anni, italiano ma con la pelle scura, si trovava al supermercato con il padre, vicentino, e la madre, nigeriana. Alle casse, una donna in coda davanti a loro si sarebbe rivolta al piccolo pronunciando la frase incriminata, facendo scoppiare il bimbo in un pianto dirotto.

Ora il pubblico ministero della città veneta ha chiuso le indagini preliminari, notificandone l’avviso alla donna.

Che ora potrà farsi interrogare o mandare una memoria entro venti giorni. Prima della fase del giudizio, dove la sua posizione verrà valutata dai magistrati del tribunale.

3 marzo 2015

Fonte IlGiornale

ER