iPhone gli esplode in tasca: ustione di terzo grado alla gamba

iphonetasca

 

Un uomo è stato ricoverato in ospedale per le ustioni provocategli dall’esplosione del suo iPhone 5c nella tasca dei pantaloni. Erik Johnson, ventinovenne del New Jersey, ha raccontato di essersi piegato sulle gambe per recuperare le chiavi di casa che gli erano cadute. Ad un tratto l’esplosione.

«Ho sentito istantaneamente il bruciore e una nuvola di fumo uscire dalla mia tasca – ha detto l’uomo a News12 Long Island – non riuscivo a togliermi il telefonino dalla tasca così ho dovuto strapparmi i pantaloni». Johnson ha riferito alla polizia di aver sentito un forte bruciore sulla gamba sinistra proprio sul punto in cui il telefono era a contatto con la pelle. «Ho sentito prima un lieve scoppio, poi ha iniziato a frizzare, quindi a bruciarmi la gamba – ha detto alla radio WBCS – non si è nemmeno riscaldato, è diventato subito rovente».

Johnson è stato ricoverato per dieci giorni in ospedale con un’ustione di terzo grado alla coscia sinistra. La Apple sta indagando sull’incidente, mentre l’uomo stra pianificando un’azione legale contro la compagnia: «Anche se è successo una sola volta, è una volta di troppo. Cosa sarebbe successo se fosse capitato a un bambino?», ha detto il legale di Johnson.

Non è il primo caso di esplosione di iPhone: in Arizona, a ottobre, un uomo ha affermato che il suo cellulare si è incendiato nella sua tasca a seguito di un piccolo incidente. Un anno fa, invece, una studentessa delle scuole medie, nel Maine, ha subito lievi ferite dopo che il suo iPhone 5 le è esploso in tasca.

3 Marzo 2015

Alessandro Di Liegro

(fonte IlMessaggero)

AP