“Profughi in hotel”: Salvini mette su Facebook il numero dell’albergatore

ImmagineBufera sul leader del Carroccio, che mette online i dati di chi ospita i profughi. In rete lo attaccano: “È una gogna”. Quando sente parlare di profughi ospitati in albergo, a Matteo Salvini prudono le mani.

In mattinata, il segretario della Lega Nord ha pubblicato sulla propria pagina Facebook uno status che ha fatto discutere.

“Vi piacerebbe fare qualche giorno di vacanza in montagna? Se siete “presunti profughi”, potete! In Trentino, sul Monte Bondone, i gestori di un hotel (sulle piste da sci, con palestra e solarium) vi aspettano. Il signor Luca infatti dice “siamo in grado di ospitare 50 persone, abbiamo 26 stanze e 20 appartamenti grandi… saremmo in grado di fornire loro anche i pasti, dando a disposizione il personale”. Che cuore d’oro… chi paga? Voi.”

Fin qui, nulla di nuovo. Le posizioni del segretario del Carroccio in tema di immigrazione e gestione dell’emergenza profughi sono note. A infiammare la rete è stata la decisione del politico leghista di pubblicare nome e numero di telefono della struttura alberghiera in questione.

Su internet si è subito gridato alla “gogna”, nonostante la notizia fosse apparsa sulla stampa locale e per risalire al numero di telefono bastasse una semplice ricerca su Google. A molti, però, il comportamento di Salvini non è andato giù e ormai non si contano gli internauti che si augurano che “qualcuno scriva il numero di Salvini in tutti i bagni di tutti gli autogrill d’Italia”.

Tra i militanti leghisti, è inutile dirlo, la mossa del seretario ha raccolto solidarietà e indignazione: per il gestore dell’hotel trentino sono in arrivo, con ogni probabilità, migliaia di telefonate di protesta.

3 marzo 2015

Fonte IlGiornale

ER