Battisti, Orlando: pronti a chiedere di nuovo l’estradizione

orlando«Il ministero ha attivato tutti i canali diplomatici. Aspettiamo di capire le conseguenze di una sentenza che non è definitiva» e di sapere in che Paese sarà espulso ma «se il provvedimento sarà confermato, auspichiamo che consenta di dar luogo a una richiesta di estradizione, che abbiamo già fatto da tempo». Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando parlando del caso di Cesare Battisti.

«Valuteremo la pronuncia definitiva delle autorità brasiliane – ha detto Orlando -. Il provvedimento se confermato non porterebbe ad un’estradizione, ma ad un’espulsione verso Paesi che sono ipotizzabili. Noi auspichiamo invece che il provvedimento consenta di dar luogo a una richiesta di estradizione, che abbiamo fatto da tempo: il problema è parlare alla luce di questo provvedimento, perché l’istanza andrebbe rivolta non al Brasile ma ad un altro Paese».

Fonte Il Messaggero

Roma, 5 marzo 2015