Romeni manomettevano e rubavano da videopoker, arrestati

Carabinieri notteDue romeni, entrambi trentenni e domiciliati a Pioltello (Milano), sono stati arrestati dai carabinieri di Oggiono (Lecco) con l’accusa di aver rubato il denaro contenuto in alcune macchinette videopoker in un esercizio pubblico del paese. Gli arresti, eseguiti ieri pomeriggio, sono il risultato di indagini avviate dai carabinieri, che avevano ricevuto analoghe segnalazioni da commercianti della zona. Si trattava di furti messi a segno attraverso manomissioni delle macchinette. Uno dei gestori aveva annotato la targa dei sospetti. Si trattava di una Bmw con targa romena, poi individuata ieri grazie alle telecamere della videosorveglianza comunale di Oggiono. I sospetti sono stati visti entrare in una tabaccheria, dove si sono messi a giocare. Dopo quasi mezz’ora sono usciti e sono stati bloccati dai carabinieri. La visione dei filmati dell’impianto di videosorveglianza a circuito chiuso della tabaccheria e l’intervento del tecnico incaricato SISAL hanno quindi consentito ai Carabinieri di accertare che due macchinette videopoker presentavano chiari segni di manomissione meccanica. I due, che avevano con loro più di 300 euro, frutto dell’ultima manomissione, sono stati quindi arrestati con l’accusa di furto aggravato. Proseguono intanto le indagini dei Carabinieri per accertare responsabilità dei due in ulteriori casi analoghi e l’esistenza di eventuali complici.

Fonte Ansa

Roma, 6 marzo 2015