Finisce dopo sette giorni la fuga dell’uomo che ha ucciso l’ex moglie

ImmagineIl quarantenne aveva assassinato la ex consorte ed è fuggito dopo il delitto.

Catturato  il quarantenne che ha ucciso la ex moglie in provincia di Trento ed è fuggito dopo il delitto. Si è conclusa quindi in Veneto la fuga di quattro giorni dell’uomo che in precedenza era stato avvistato nel salernitano.

Marco Quarta è stato arrestato dai Carabinieri di Rovigo all’esterno del centro commerciale “La Fattoria”, mentre stava salendo sulla sua Dacia, l’auto con cui si era dato alla fuga dopo l’omicidio.

Secondo le prime informazioni, si era recato nel supermercato per comprare dei generi alimentari. È stata una donna a chiamare il 112, dopo essersi convinta della forte somiglianza dell’uomo con le immagini del ricercato mostrate anche in tv.
Invece sabato sera un uomo che nei tratti ricorda Marco Quarta, il quarantenne autore dell’omicidio dell’ex moglie, in provincia di Trento, è entrato in un bar del centro di Salerno. Nel locale tutti si conoscono e si sono meravigliati quando hanno visto entrare un uomo, da solo, che non si era mai visto in giro, con un tipico accento del Nord Italia.

L’uomo – sempre stando agli elementi raccolti finora e all’esame degli investigatori – sentendosi osservato, si è rivolto verso il titolare del bar e ne è nato un diverbio che è terminato con la fuga dell’uomo al quale usciva sangue dal naso. Solo quando il titolare del bar ha visto in televisione le immagini di Marco Quarta e della poderosa caccia all’uomo in tutta Italia, ha capito che probabilmente si trattava di lui. Il barista ha deciso così di contattare la redazione della trasmissione «Chi l’ha visto» che ha avvisato i carabinieri della Compagnia di Trento, i quali hanno avvisato quelli di Salerno.

20 marzo 2015

Fonte IlGazzettino

ER