Corruzione, arrestato un giudice a Latina

poli 4Corruzione in atti giudiziari, concussione, turbativa d’asta, falso. Sono alcune delle accuse a vario titolo contestate a otto persone destinatarie di ordinanze di custodia cautelare emesse dai giudici di Perugia e di Latina ed eseguite oggi dalla Squadra mobile di Latina. Tra gli arrestati, quattro in regime di detenzione in carcere e altrettanti ai domiciliari,anche un magistrato e un cancelliere in servizio presso il tribunale di Latina, alcuni professionisti e un sottufficiale della Finanza.
Il giudice arrestato è Antonio Lollo, uno dei magistrati della sezione fallimentare del Tribunale di Latina. A finire in manette è anche la cancelliera Rita Sacchetti, insieme con altri professionisti, tra cui tre commercialisti. Le indagini, coordinate in collaborazione dalle autorità giudiziarie di Latina e di Perugia, erano state avviate in seguito ad una denuncia in cui si prospettavano fatti di bancarotta nell’ambito di un concordato preventivo. Secondo l’accusa gli arrestati avrebbero messo in piedi un “consolidato sistema corruttivo” grazie al quale i consulenti nominati dal giudice corrispondevano a quest’ultimo una percentuale dei compensi a loro liquidati dal giudice stesso.

Fonte Ansa

Roma, 21 marzo 2015