Travolto da un pirata della strada: muore 61enne

A Succivo, vicino Caserta, sabato pomeriggio un automobilista di 61 anni che stava percorrendo la statale 7bis verso Villa Literno ha perso una sedia caricata sul mezzo ed è sceso in strada per raccoglierla. L’uomo è stato investito e ucciso molto probabilmente da un mezzo pesante, il cui autista è fuggito. Sotto choc le due figlie che hanno assistito all’incidente.
polizia-ambulanza-notte
Tragico incidente stradale sabato pomeriggio all’altezza di Succivo, in provincia di Caserta. Un automobilista di 61 anni, S.V., è morto dopo essere stato travolto con ogni probabilità da un mezzo pesante – ma le indagini sono in corso – mentre recuperava un carico perduto sulla strada statale 7bis Nola-Villa Literno.  A rendere ancora più tragico l’episodio il fatto che l’uomo, residente a Mugnano di Napoli, sia morto sotto lo sguardo delle sue due figlie che erano in auto con lui, e che l’autista del mezzo che ha investito e ucciso l’uomo non si sia fermato a prestare soccorso e se ne sia scappato.

L’episodio è avvenuto intorno alle 16 di pomeriggio. Il 61enne e le due figlie stavano procedendo verso Villa Literno quando, all’altezza dello svincolo per Succivo, l’uomo si è accorto di aver perso una delle sedie fissate al bagagliaio sul tetto dell’autovettura, una utilitaria. Dopo aver accostato nella piazzola di sosta il 61enne è sceso e ha percorso a ritroso la strada a piedi. Una cinquantina di metri circa lo separavano dalla sedia caduta, ma il breve tratto di strada gli è stato fatale: un mezzo pesante – camion o furgone lo stabiliranno le indagini della polizia stradale di Caserta che indaga sulla vicenda – lo ha travolto, sbalazandolo ad alcuni metri di distanza. L’autista del mezzo non ha rallentato per prestare soccorso ed è fuggito. Ad accorgersi dell’incidente le due figlie dell’uomo: dopo aver sentito il rumore dell’impatto sono accorse verso il padre, avvertendo anche il 118. Purtroppo però per l’uomo non c’è stato nulla da fare: nell’impatto è morto sul colpo. Il suo cadavere è stato portato all’istituto di medicina legale dell’ospedale di Caserta per l’autopsia. Gli uomni della stradale, agli ordini di Giovanni Consoli, indagano invece per cercare di risalire al pirata della strada che ha travolto il 61enne ed è scappato senza fermarsi.

3 maggio 2015
(fonte FanPage)
AP