Due serpenti nel cortile di una materna dove fanno ricreazione i bambini

serpente
Due serpenti alla scuola dell’infanzia Biocca a Testaccio. A fotografarli sono stati alcuni genitori che hanno dato l’allarme. I serpenti strisciavano accanto agli infissi dell’istituto, proprio nell’area usata dai bambini per la ricreazione. Tanto che oggi alunni e insegnanti sono baricati nelle classi con porte e finestre rigorosamente chiuse.

I piccoli – hanno confessato – temono anche di andare al bagno, per paura di fare brutti incontri. Immediata la chiamata alla guardia forestale che però non è ancora riuscita a catturare i serpenti. I rettili non sarebbero tra le specie pericolose, anche se per dirlo vanno comunque catturati. Si tratterebbe ad un primo esame visivo di due Saettoni, serpenti della famiglia dei colubridi.

Quelli fotografati non sarebbero di una specie velenosa, fermo restando il fatto che sempre nella stessa famiglia ne esistono di molto pericolosi, ma attualmente persenti in zone africane. Sul posto ieri mattina è arrivato anche il presidente del consiglio del I Municipio, Yuri Trombetti. «In tutta l’area della scuola c’è un degrado incalzante», hanno lamentato molti genitori.

Ai serpenti si aggiungono formiche, insetti, molte zanzare e addirittura un albero che penzola pericolosamente verso l’istituto, spiegano alcuni rappresentanti. Colpa dell’abbandono di Campo Testaccio che confina con la scuola, attualmente infestato da una folta vegetazione che da mesi nessuno cura e ripulisce.

6 maggio 2015

(fonte IlMessaggero)

AP