Con badile picchia il suo cane in testa, denunciato 53enne

cara 4

Con un badile ha colpito alla testa il suo cane, un meticcio di piccolo taglia, per poi lasciarlo agonizzante a terra. E’ l’accusa nei confronti di un 53enne italiano identificato e denunciato dai carabinieri per maltrattamento di animali. Il cane, in gravi condizioni di salute, e’ stato affidato alle cure di un veterinario di Imola. I militari dell’Arma sono intervenuti, sabato sera, nel cortile di un’abitazione a Varignana, frazione di Castel San Pietro Terme, nel Bolognese. In un primo momento, il 53enne ha negato ogni addebito sostenendo che il meticcio si era accidentalmente ferito rimanendo incastrato in una rete metallica. Poi pero’, visto che non sono state trovate tracce di sangue, ha cambiato versione sostenendo di aver picchiato il piccolo meticcio perche’ l’animale voleva azzannare la figlia 18enne. E’ stato un testimone a riferire della brutalita’ con cui, a suo dire, il proprietario aveva colpito il suo cane.
Fonte Agi

Bologna, 12 maggio 2015