Lei resiste allo stupro, lui si vendica sui bambini, una violenza terribile

violenza sessuale
Lui ha tentato di avere un rapporto sessuale con una giovane sposa e, non riuscendoci, si è vendicato uccidendo dei bambini che erano in casa. È ancora una volta dall’India che arriva una terribile storia di violenza. A riportare la notizia è l’agenzia di stampa Pti. Un uomo è accusato di aver bruciato vivi due bambini in una casa nello Stato centro-orientale indiano di Chattinsgarh. Lo avrebbe fatto appunto per vendicarsi della zia dei piccoli di 3 e 6 anni, una donna che si è opposta a un tentativo di stupro da parte dell’uomo. La violenza, ha fatto sapere un responsabile della polizia locale, è avvenuta nel villaggio di Ghusidih del distretto di Durg ed ha avuto per protagonista tale Mahaveer, di 22 anni.

L’uomo è scappato dopo aver ucciso i bambini – Secondo una prima ricostruzione della vicenda, l’omicida avrebbe fatto irruzione nella casa dove la donna viveva dopo essersi sposata appena un mese fa cercando, prima con le buone e poi con violenza, di avere un rapporto sessuale con lei. La vendetta nei confronti dei bambini sarebbe scattata perché la donna ha avuto la forza di sfuggirgli. A quel punto l’uomo, dice l’agenzia Pti, l’uomo avrebbe cosparso di cherosene i due nipotini che erano con lei in casa appiccando poi il fuoco e causandone la morte immediata. Dopo il duplice omicidio l’uomo è scappato ed è tuttora in fuga. La polizia ha costituito una squadra speciale per rintracciarlo.

13 maggio 2015
(fonte FanPage)
AP