«Aggrediti dal branco, ora basta: rompiamo il silenzio»

aggressione

Mi hanno detto di non apparire, di non parlare, di non rischiare e invece è proprio quello che voglio fare. È il silenzio che dà forza a questi malviventi».

Parla così Simone Varriale, il 19enne aggredito e accoltellato sabato notte a piazza del Gesù da una baby gang di dieci ragazzi. Con lui quella sera anche l’amico Mattia E., 17 anni, ancora ricoverato nel reparto di Chirurgia d’urgenza del Loreto Mare, dopo aver subìto la perforazione ad un polmone a seguito delle coltellate ricevute alla schiena.

di Cristina Autore

Fonte Il Mattino

Roma, 15 maggio 2015