Criminalita’: furti carte identita’ e armi nei Comuni, 20 arresti

carabinieri 4

I carabinieri dei comandi provinciali di Lecce, Napoli e Caserta hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 persone accusate di appartenere ad una organizzazione che rubava documenti d’identita’ e armi da uffici comunali e delle polizie locali. Gli indagati, appartenenti ad un gruppo criminale con base a Melito di Napoli e attivo nel Sud Italia, rispondono di associazione per delinquere finalizzata al furto di armi e documenti d’identita’, detenzione e porto abusivo di armi, ricettazione, contrabbando di tabacchi lavorati esteri ed altro. Le indagini vennero avviate dai carabinieri dopo il furto di 12 pistole, 200 cartucce e 1050 carte d’identità dagli uffici del Comune di Gallipoli (Lecce) nel luglio 2014. L’attività  investigativa ha fatto luce su numerosi episodi analoghi e ha documentato anche contatti con esponenti della criminalità organizzata campana. I documenti rubati sono stati trovati in possesso di cittadini siriani, albanesi, palestinesi, iraniani ed afghani fermati in Italia e in varie nazioni europee.

Fonte Agi

Lecce, 16 maggio 2015