Si erano lasciati, ma lui la invita a casa sua e quello che accade è terribile

donnapicchiataLa storia di Rachel Halliwell, una donna britannica di 38 anni sfregiata dall’ex fidanzato che, dopo che la loro relazione si era interrotta, l’ha aggredita versandole acqua bollente in testa, sul viso e sul collo. Le cicatrici resteranno per sempre sul corpo della donna.

donnapicc
Rachel Halliwell è una donna britannica di 38 anni vittima di un terribile attacco da parte del suo ex compagno, Vincent Vernon. Un uomo che viveva a casa sua nonostante la loro storia d’amore fosse finita e che, per gelosia, un giorno le ha versato sulla testa, sul viso e sul collo una pentola di acqua bollente. La donna – la sua storia è stata riportata dal Daily Mail – ha raccontato il dolore provato a casa di quell’aggressione, del periodo in ospedale, degli interventi chirurgici subiti e lo ha fatto con la speranza di poter aiutare altre donne vittime di violenza. Rachel – che porterà per sempre sul suo corpo i segni delle ustioni – ha raccontato di aver incontrato nel 2009 il suo ex, di essersi innamorata pian piano di lui e di aver deciso, dopo qualche mese, di andare a convivere. Ma presto quell’uomo è diventato possessivo: non voleva lasciarla uscire da sola ed era geloso anche quando si truccava. Rachel ha raccontato che alla fine del 2010 ha avuto un litigio furioso col compagno che l’ha aggredita per la prima volta. “Sono rimasta scossa e sconvolta”, ha raccontato la donna che poi lo ha denunciato alla polizia. L’uomo è stato condannato ed è finito in carcere per 80 giorni ma, quando è uscito, è tornato a casa di Rachel. L’aveva chiamata, infatti, supplicandola di farlo tornare e lei non ha avuto il coraggio di lasciarlo senza una casa. Ma la donna ha raccontato che la loro storia era ormai finita e che lui le aveva detto che sarebbe rimasto solo per pochi giorni.
“Una parte di me era terrorizzata di quello che avrebbe potuto fare, avevo paura ma ero anche dispiaciuta per lui”, ha spiegato Rachel. A quel punto Vernon avrebbe cercato di convincere la sua ex a tornare insieme ma lei ha chiarito che la loro storia era ormai finita. Ed è proprio a casa della donna che una sera l’uomo si è presentato con un bollitore e le ha versato l’acqua sul corpo. L’uomo è stato arrestato la notte dell’aggressione e poi condannato a sei anni di carcere. “Guardando indietro – ha detto Rachel – è stato incredibilmente stupido da parte mia permettergli di restare dopo che mi aveva aggredito. Ma io non posso cambiare quello che ho fatto. Penso sia stato un ultimo atto di gelosia: se non poteva avere me era deciso a fare in modo che nessun altro mi avrebbe avuta”. “Non dimenticherò mai quello che ho passato – ha continuato Rachel– spero solo che la mia storia possa essere una lezione per altre donne”.

19 maggio 2015

FanPage

ER