Rapina finita con omicidio anziano, presi 2 basisti

cara 4

Era il 28 aprile quando 3 romeni vennero arrestati in flagranza a Terni dopo una rapina in casa, costata la vita ad uno di 2 anziani coniugi. Le indagini sul gruppo (2 autori dell’omicidio ed il terzo nel ruolo di palo) condotte dai CC del Nucleo Investigativo non si sono mai interrotte, culminando ieri con l’arresto di 2 italiani ritenuti i basisti ed organizzatori del colpo. Sono un 60enne e di un 44enne, pregiudicati per reati contro il patrimonio, originari di Roma ma residenti o spesso presenti a Terni. Nei loro confronti il Gip ha emesso un provvedimento restrittivo in carcere per rapina aggravata, sequestro di persona ed omicidio in concorso. Da quanto sottolineato in conferenza stampa dai Carabinieri, sarebbe stato il 44enne a contattare ed incaricare uno dei romeni e quest’ultimo gli altri 2. Quindi gli italiani avrebbero incontrato il trio, per una sorta di ‘pranzo di lavoro’ in cui sarebbero stati forniti dettagli e materiale (corda e scotch per legare le vittime). Sarebbe poi stato il 60enne, uscito dal carcere di Rebibbia a febbraio scorso, a suonare il citofono delle vittime con la scusa di un telegramma da consegnare, favorendo l’intervento dei rapinatori. Dopo il loro arresto, la coppia aveva già contattato altri soggetti provenienti da Roma per compiere colpi simili in città.

Terni, 20 maggio 2015