Con un figlioletto di 3 anni vive tra i rifiuti: rimpatriata dal Comune

vivetrarifiuti
Gli agenti della Squadra Interventi Speciali della Polizia Locale hanno effettuato uno sgombero presso l’ex Foro Boario di corso Australia dove, dopo numerose segnalazioni ed un’apposita attività di appostamento, hanno accertato che alcune persone straniere avevano occupato abusivamente i locali precedentemente in uso alla Protezione Civile e non più utilizzati da tempo a causa di un incendio.

Sul posto c’erano nove cittadini, due di nazionalità rumena e 7 di nazionalità serba. Tra questi ultimi c’era anche una mamma ventiduenne con il suo bimbo di tre anni che dimoravano su giacigli fatti con materassi e coperte stesi a terra in un luogo estremamente sporco e fatiscente. Tutte le persone, dopo aver raccolto le proprie cose, sono state condotte al comando dei vigili. Risultano comunque conosciute agli agenti, in quanto dedite all’attività di accattonaggio nelle zone del centro cittadino ad eccezione della giovane con il bimbo, sino ad oggi non nota agli archivi, che ha riferito di essere venuta in Italia per trovare il padre, uno dei 9 fermati. La giovane serba, concluse le pratiche di identificazione, è stata accompagnata assieme al figlio al Settore Servizi Sociali del Comune. Dopo la valutazione del suo caso personale, è stato deciso che verrà rimpatriata. Per i 9 occupanti è scattata la denuncia per invasione di terreni o fabbricati; i cittadini serbi sono stati inoltre deferiti all’autorità giudiziaria per la violazione delle norme sull’immigrazione. Durante lo sgombero sono state anche recuperate 7 biciclette che si trovavano all’interno della struttura e risultavano di fatto abbandonate.

Padova, 22 maggio 2015

(fonte IlGazzettino)

AP