Dopo l’Irlanda, il Pd accelera: “Pronti a legge su unioni civili”. Ma la maggioranza si spacca

Il ministro Boschi: “Non si può più attendere”. Ma gli alfaniani sono sul piede di guerra

italicumboschi

Arriva il “sì” dell’Irlanda alle nozze gay e il Pd è già pronto per accelerare sulle unioni civili in Italia.

Il ministro Maria Elena Boschi tira la volata alla legge sulle uonioni per gli omosessuali: “Il Pd non si tira indietro rispetto a questa battaglia di civiltà. Lo faremo subito dopo le elezioni. C’è la volontà di arrivare fino in fondo”. La Boschi non è da sola.

Anche il premier vuole la norma: “Nel mio partito su questo tema – avrebbe confidato il premier ai suoi secondo quanto riferisce Repubblica – c’è chi vorrebbe di più. Ma le unioni civili non sono più rinviabili”. A far da sponda c’è pure Laura Boldrini che con un tweet afferma: “Dall’Irlanda una spinta in più. È tempo che anche l’Italia abbia una legge sulle unioni civili.Essere europei significa riconoscere i diritti”.

Ma la maggioranza sul tema delle unioni civili non è compatta. Ncd ha già fatto sapere di essere contraria. E se Renzi dovesse decidere di tirare dritto, allora potrebbe anche rischiare la poltrona di Palazzo Chigi.

24 maggio 2015

(fonte IlGiornale)

AP