Anziana picchiata e rapinata in casa: presi i due aggressori, uno è il vicino «Infame, merita la morte»

anzianapicchiata
Due uomini, un veneziano e il suo complice originario del Tarantino, sono stati arrestati dai carabinieri di Venezia con l’accusa di essere gli autori della brutale rapina in casa ai danni di un’anziana, a Mestre, avvenuta nel marzo scorso.

La donna era stata ridotta in fin di vita a causa delle percosse subite dai malviventi. Secondo l’accusa, i due – uno è un 44enne vicino di casa della vittima – l’avrebbero seguita e costretta ad entrare con loro nella sua abitazione. Una volta all’interno l’avrebbero picchiata, provocandole varie fratture, per farsi consegnare i preziosi.

In carcere sono finite due persone già note alle forze dell’ordine, Emanuele Luraschi, 44 anni veneziano, e Vincenzo Casati, 52 anni tarantino. La rapina avvenne il 24 marzo scorso ai danni di Cecilia Zacchello, 85 anni, sorpresa da sola nella sua casa di Mestre, situata nella stessa via in cui risiede uno degli arrestati. La donna subì dagli aggressori colpi al volto e al costato che le procurarono fratture multiple alla mano, alle costole e alla faccia.

Mestre, 27 maggio 2015

(fonte ilgazzettino)

AP