Ragusa, per gip non c’è prova omicidio

roberta_ragusa

Le risultanze processuali “non consentono di ritenere raggiunta la prova dell’effettiva verificazione dell’omicidio”. E’ quanto si legge nelle motivazioni, depositate oggi, della sentenza con cui il gip di Pisa il 6 marzo scorso ha prosciolto Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dal 13 gennaio 2012, da San Giuliano terme (Pisa) dall’accusa di aver ucciso la moglie e di averne distrutto il cadavere. Per il gip quelle contro il marito sarebbero “testimonianze deficitarie”.

Fonte Ansa

Pisa, 29 maggio 2015

CP