Barricato in casa con famiglia, blitz dei carabinieri

Immagine

Minacce e coltelli. Notte trattative poi blitz.

Un giovane cinese, fuggito mentre era in trattamento sanitario obbligatorio, si è barricato ieri sera a Cambi Bisenzio (Firenze) nella casa dei genitori e del fratello più piccolo, prima minacciando di uccidersi e poi minacciando i congiunti. I carabinieri lo hanno convinto a fare uscire i familiari mentre il giovane si è chiuso in casa munito di grossi coltelli e, solo stamani, l’irruzione dei militari nell’appartamento dopo una notte di inutili trattative lo ha bloccato e reso inoffensivo.

Fonte Ansa

Roma, 31 maggio 2015