Carabiniere morto in caserma, indaga la polizia

Il carabiniere Emanuele Lucentini
Il carabiniere Emanuele Lucentini

Le indagini sulla morte del carabiniere Emanuele Lucentini sono in mano alla squadra mobile di Perugia. Il procuratore Alessandro Cannevale ha infatti deciso di delegare alla questura tutti gli accertamenti atti a chiarire quanto accaduto la mattina del 16 maggio nel piazzale della caserma dei carabinieri di Foligno.

Ci sono ancora, a quanto pare, diversi tasselli da mettere insieme per fare piena luce sul drammatico incidente. Sono stati già disposti accertamenti tecnici irripetibili come le impronte sull’arma, il dna sul proiettile che si è conficcato sul muro dopo aver ucciso Lucentini, la consulenza balistica per verificare il caricamento accidentale della mitraglietta e la traiettoria dello sparo, leggermente obliqua secondo quanto era stato accertato dall’autopsia. Di pari passo procede l’inchiesta interna aperta dall’Arma dei carabinieri subito dopo il verificarsi della tragedia.

 

Fonte Corriere dell’Umbria

Roma, 4 giugno 2015