MENO PERMESSI DI SOGGIORNO, PIU’ POSTI DI LAVORO AGLI INGLESI – Cameron: più tasse a chi assume extraeuropei

david cameron

Il primo ministro pensa a un numero chiuso di permessi e a un aumento delle tasse per chi assume persone non provenienti dall’Europa.

Il premier britannico David Cameron annuncia un giro di vite nei confronti dei lavoratori immigrati extra-Ue. Al Question Time alla Camera dei Comuni Cameron ha prospettato infatti limiti al numero di permessi di lavoro e un aumento delle tasse per chi assume lavoratori stranieri extra europei. L’intento è quello difavorire l’assunzione di personale britannico, riducendo quindi ladisoccupazione tra i cittadini di Sua Maestà. Non è questa l’unica novità che Cameron, che un mese fa ha vinto nettamente le elezioni garantendosi altri 5 anni a Downing Street, ha in mente. Tra le altre, l’aumento del salario minimo e del numero di tirocini.

 

Fonte Tgcom24

Roma, 11 giugno 2015