Fa sesso con una ragazza: dopo due anni gli accade qualcosa di sconvolgente

sesso3
Uno studente statunitense di 22 anni è finito nei guai nel Massachusetts a causa delle dichiarazioni di una ragazza che ha detto di aver subito una violenza sessuale due anni prima. I fatti denunciati dalla donna, infatti, risalgono al 2012 quando il ragazzo in questione si sarebbe chiuso con lei nei bagni dell’Amherst College. In quella occasione i due giovani avrebbero consumato un rapporto orale in bagno, ma appunto dopo due anni la donna ha denunciato una violenza. Una denuncia che poi – scrive Metro – che si è trasformata in una condanna per lo studente che nel 2013 è stato per questo anche espulso dal college. Lui ha sempre detto di non ricordare l’episodio in maniera chiara perché aveva bevuto troppo ma allo stesso tempo ha negato lo stupro e ora, dopo la condanna, il suo avvocato avrebbe scoperto delle prove che dimostrerebbero la sua innocenza. Il giovane studente, stando alle prove raccolte dall’avvocato, non avrebbe effettivamente violentato la ragazza.

La prova che dimostrerebbe l’innocenza del condannato – A scagionarlo ci sarebbe un sms che la ragazza che lo ha accusato di violenza sessuale avrebbe inviato a un amico. “Oh mio Dio, ho appena fatto qualcosa di stupido”, avrebbe scritto la donna a una terza persona: un messaggio che, secondo la difesa del giovane condannato, dimostrerebbe la compiacenza della studentessa e, di conseguenza, l’accusa di violenza da parte del 22enne dovrebbe decadere. Alla luce di queste nuove prove il caso verrà riaperto.

12 giugno 2015

(fonte FanPage)