Fermato un terzo uomo per l’aggressione con il machete

poli 4

Un 20enne pregiudicato salvadoregno bloccato in Porta Genova dalla polizia

La polizia ha fermato un ventenne originario di El Salvador accusato di aver fatto parte del gruppo di giovani che giovedì sera ha aggredito e ferito un capotreno a bordo di un convoglio alla fermata di Villapizzone a Milano. Si tratta di Alexis Ernesto Garcia Royas e ha precedenti per associazione per delinquere, lesioni e rapina. Nei suoi confronti il pm Minutella ha emesso un provvedimento di fermo. Il giovane è stato bloccato la notte scorsa mentre camminava per strada in zona Porta Genova. Il ventenne, già arrestato nell’ottobre 2013 nell’ambito dell’operazione “Mareos” contro le pandillas latinoamericane attive a Milano, è stato individuato dalle immagini delle diverse telecamere di sicurezza prima e dopo l’aggressione sul treno. Salgono così a tre gli arresti. Il primo, il salvadoregno Josè Emilio Rosa Martinez, è ritenuto dagli inquirenti l’esecutore materiale: sarebbe stato lui a scagliare il colpo di machete che ha quasi amputato il braccio sinistro del capotreno. Il suo complice, Jackson Jahir Lopez Trivino, è invece ecuadoriano ed è clandestino sul territorio italiano. Un nome, quest’ultimo, già noto alle forze dell’ordine milanesi con l’appellativo di “Peligro”: era stato coinvolto nell’operazione della Squadra Mobile ribattezzata “Mareros” che nel 2013 aveva portato all’arresto di 25 persone (di cui 7 minorenni), per la maggior parte salvadoregni, tutti affiliati alla gang di latinos denominata “MS-13”. Quando gli agenti del commissariato Comasina li hanno bloccati in Via Ernesto Moneta, sotto il ponte Martin Luther King, poco lontano dal luogo dell’aggressione, circa un’ora e mezza dopo l’aggressione, erano entrambi sporchi di sangue. Sono stati fermati e portati in Questura per le procedure di identificazione. L’arresto è scattato al termine di un interrogatorio fiume condotto negli uffici di Via Fatebenefratelli dal procuratore aggiunto Alberto Nobili e dal pm Lucia Minutella. Intanto proseguono le indagini per individuare gli altri responsabili dell’aggressione che, secondo gli inquirenti, sarebbe stata compiuta da un gruppo di almeno 4 persone. int

Fonte askanews

Milano, 13 giugno 2015