Cibo contraffatto, la frode è servita: prosciutti polacchi venduti come «Parma»

Immagine

Prosciutto polacco venduto come prosciutto di Parma. I carabinieri della stazione di Villaricca hanno scoperto un laboratorio clandestino interrato, dove prosciutti provenienti dalla Polonia venivano dissossati ed etichettati con marchi di prosciutti italiani, tra cui quello del Consorzio prosciutto di Parma.Due i denunciati: un 52 enne e un 54 enne di Villaricca, per frode alimentare, esercizio abusivo di vendita all’ingrosso di prodotti alimentari, violazione delle norme amministrative e sanitarie che disciplinano la somministrazione al pubblico di alimenti. I militari dell’Arma, coadiuvati dagli ispettori dell’Asl Napoli nord 2, hanno sequestrato tutte le attrezzature utilizzate per la manipolazione del prodotto importato dall’estero. Sequestrati anche i locali, tutti in pessime condizioni igieniche, dove avvenivano le operazioni di etichettatura e manipolazione del prosciutto.
Fonte Il Mattino

Napoli, 28 giugno 2015