“C’è gente sotto le macerie”. Esplode la palazzina. Ritrovato un cadavere

L’esplosione è avvenuta in un appartamento al piano terra dell’edificio e ha causato il crollo del solaio e delle scale. Sul posto vigili del fuoco, 118, polizia, carabinieri e vigili urbani.
palazzinataranto

Ore 12.55 – L’uomo trovato senza vita sotto le macerie è un cittadino cingalese. Il suo corpo è stato trovato intorno a mezzogiorno, ma i vigili del fuoco stanno continuando a scavare tra i detriti. Il personale del 118 è pronto a ogni evenienza.

Ore 12.30 – Una persona è morta nel crollo avvenuto in un edificio a Taranto. Si tratta di un uomo di 55 anni, il cui corpo è stato trovato sotto le macerie. Si aggrava dunque il bilancio: sei le persone rimaste ferite, due delle quali in gravi condizioni.

Ore 11.10 – Nessuna certezza sulla presenza di un bambino tra i dispersi. Il 118 ha comunicato che il bilancio dei sei feriti potrebbe essere ancora provvisorio. Non è chiaro, invece, il numero dei dispersi ma i soccorritori avrebbero escluso l’eventuale presenza di un bambino. L’appartamento in cui è avvenuta intorno alle 8 la deflagrazione, a quanto si è appreso, era abitato da una famiglia dello Sri Lanka. Le scale sono saltate e alcuni residenti, impauriti, si sono sporti dai balconi temendo un ulteriore crollo. Sul posto si è recato anche il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano. Lo stabile è inagibile e sono in corso verifiche anche nei palazzi adiacenti. I vigili del fuoco sono ancora impegnati nella rimozione delle macerie.

Ore 10.15 – Uno dei feriti più gravi (in totale sono sei, dei quali due in gravi condizioni) è stato trasportato al centro grandi ustionati dell’Ospedale Perrino di Brindisi. I due dispersi sono un bambino e un adulto. Sul posto stanno operando diverse squadre dei vigili del fuoco per cercare i dispersi e il personale del 118.

Ore 10 – Sarebbe sei i feriti a Taranto e due i dispersi: tra questi anche un bambino.

A Taranto questa mattina si è verificata una esplosione e il crollo di una palazzina in via Pupino al civico 84, nel centro della città ionica. Stando alle prime informazioni, alcune persone sono rimaste ferite ma al momento non è chiaro quante siano né si conoscono le loro condizioni. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco, 118, polizia, carabinieri e vigili urbani. L’ipotesi è che a provocare l’esplosione, avvenuta in un appartamento al piano terra dell’edificio e che ha causato il crollo del solaio e delle scale, sia stato il gas di rete oppure una bombola. I vigili del fuoco sono al lavoro per verificare se ci sono persone sotto le macerie e per portare in salvo coloro che sono rimasti intrappolati nel proprio appartamento. A scopo precauzionale è stata anche disposta l’evacuazione dei palazzi adiacenti.

7 luglio 2015

fonte FanPage

AP