I bulli lo riducono in uno stato assurdo, ma invece di denunciarli lui si vendica così. L’IMPRESSIONANTE FOTO

Gavin Jospeh, è uno studente dell’ultimo anno di liceo, originario di New Baden, Illinois, Stati Uniti. E’ affetto dalla sindrome di Asperger, un disturbo dello sviluppo affine all’autismo. Forse proprio questo motivo ha spinto una banda di bulli a prenderlo di mira: calci e pugni, fino a gonfiargli visibilmente l’occhio destro e a procurargli una commozione cerebrale, oltre alla frattura del naso. Subito dopo l’aggressione, Gavin avrebbe dovuto recarsi dalla polizia per denunciare il fatto e vedere punito chi gli aveva fatto del male in modo così vergognoso.

Invece ha preferito dare lui stesso una lezione a chi gli ha fatto del male. I bulli, insieme alle loro famiglie, dovranno infatti guardare un filmato di 20 minuti, girato dallo stesso Gavin, in cui elenca tutte le caratteristiche della Sindrome di Asperger e spiega loro perché le ferite riportate gli rendere la vita più difficile. Gli stessi ragazzi che lo hanno colpito dovranno poi esprimere un pensiero sul disturbo che affligge Gavin. La sua mamma si è detta orgogliosa della reazione di suo figlio e ha raccontato lei stessa la storia in un post che su Facebook ha raggiunti più di 100mila utenti. “Sono così orgogliosa di mio figlio – ha detto la signora Joseph – Spero che il suo gesto possa servire da lezioni a chi ha aggredito il mio ragazzo”.

rarasindrome2

7 luglio 2015

fonte FanPage