Prende a cinghiate i passanti, poi sputa sui poliziotti

Il marocchino è stato fermato dagli agenti di Mestre ed è stato sedato dal 118

cinghiateapassanti

Un marocchino di 30 anni a torso nudo ha seminato il panico in un parco di Mestre.

Senza maglietta addosso ed in evidente stato confusionale, ha aggredito i passanti a colpi di cintura.

Sul posto sono intervenute le volanti della polizia di Stato, i vigili urbani e anche un’ambulanza del 118. Le forze dell’ordine, secondo quanto riporta veneziatoday, erano state avvertite da alcuni cittadini che avevano visto l’uomo aggredire i passanti ed autolesionarsi.

La polizia è riuscita dopo molti tentativi a fermare il marocchino che ha aggredito gli agenti e ha sputato contro il capopattuglia della voltante del commissariato di Mestre. Alla fine, gli operatori del 118 hanno dovuto sedarlo.

L’immigrato ora è indagato, ma a piede libero, per resistenza e violenza contro pubblico ufficiale, minacce aggravate, atti contrari alla pubblica decenza e torpiloquio. L’agente colpito dallo sputo è stato sottoposto agli esami del sangue per sapere se fosse stata necessaria una profilassi per infezioni virali.

Ma non è tutto. Il marocchino, infatti, solo qualche ora prima, era stato il protagonista di un evento simile: era stato fermato anche in quel caso dalla polizia municipale, ma poi era stato rilasciato. Così si è tolto di nuovo la cintura ed ha cominciato a prendere a cinghiate i cittadini che malauguratamente passavano di lì.

7 luglio 2015

fonte IlGiornale

AP