Quando l’hostess controlla nel cestino non crede ai suoi occhi. Quello che trova è impressionante e denuncia il capitano

E’ accaduto su un volo Houston-Monaco di Baviera della United Airlines. Il capitano ha prima cercato di buttarle in un cestino, ma le munizioni sono state trovate da una hostess. Le ha quindi buttate nel gabinetto dell’aereo.
aereo singapore airlaines

Non proprio una dimenticanza qualunque. 10 munizioni di pistola, non esattamente ciò con cui si dovrebbe viaggiare a bordo di un aereo di linea. Eppure un pilota di un volo United Airlines (volo UAa104) partito a Houston, Texas, e diretto a Monaco di Baviera si è scordato di averle con sé a bordo. E così prima ha provato a buttarle in un cestino, poi nel water dello stesso velivolo. Il fatto sarebbe avvenuto lo scorso 23 giugno, e a darne notizia è stato solo oggi l’Aviation Herald che ha comunque non rivelato i nomi dei protagonisti della vicenda. L’aereo, un Boeing 764-ER, non ha subito ritardi durante il volo d’andata ma, poiché il pilota è stato costretto da una hostess a denunciare l’accaduto, ha accumulato oltre 4 ore di ritardo sul volo di ritorno.

Come ricorda anche il Corriere della Sera, il pilota-capitano si sarebbe accorto troppo tardi di aver con sé i proiettili. Doveva liberarsene quanto primo Il primo pensiero è stato al cestino della cabina principale. Il problema per lui è che una delle passeggere a bordo, durante il volo ha perso un anello. Lo ha quindi comunicato al personale di bordo che si è messo alla ricerca del prezioso. Grande è stata la sorpresa, quando una delle hostess ha cercato nel cestino. Il capitano è stato immediatamente informato. L’uomo ha quindi buttato le 10 pallottole nel water, salvo poi rendersi conto che la hostess avrebbe steso un rapporto e quindi scegliere di avvisare le autorità di terra.

Dopo l’atterraggio e lo sbarco, l’aereo è stato portato in una zona isolata e la sicurezza hanno iniziato a svuotare i serbatoi dei gabinetti in cerca dei proiettili: dopo un primo esame ne sono stati trovati solo sei, quindi la Luftfahrtbundesamt (Autorità per l’aviazione civile) ha disposto che il velivolo rimanesse a terra fino al ritrovamento degli altri quattro. Ci sono volute ben 4 ore per portare a termine la ricerca Sia le autorità tedesche sia lo United hanno confermato la storia all’Aviation Herald, con l’eccezione del particolare dell’anello. Il pilota non rischia comunque alcun processo.

11 luglio 2015

fonte FanPage