Aspettava che la fidanzata andasse a dormire e quello che accadeva in camera da letto è scioccante. Ecco cosa faceva al suo corpo

fidanzatosessodorme

Magnus Meyer Hustveit, un 25enne irlandese, è stato condannato a sette anni di reclusione per aver violentato la sua fidanzata mentre dormiva. Tempo dopo il ragazzo e la sua compagna si separarono: lui, in confidenza, le confessò di aver avuto un rapporto sessuale con lei mentre stava dormendo: “Usavo il tuo corpo per gratificarmi”, spiegò Magnus. I due si conobbero nel 2011 e già prima di separarsi si erano verificarono episodi anomali durante i quali la giovane si svegliava nel cuore della notte con il fidanzato intento a masturbarsi vicino a lei.

Magnus ha ammesso di aver fatto sesso con lei mentre dormiva circa una decina di volte: “L’ho fatto solo per la gratificazione immediata, mi sono convinto che non fosse nulla di male, visto che dormivi.

Non intendevo ferirti – ha poi continuato in alcune mail – Ora che te l’ho scritto, mi puoi anche denunciare. Anche se spero che tu non lo faccia”. Così non è stato: la ragazza ha contattato la polizia ed è stato avviato il processo. Le perizie psicologiche effettuate su Magnus hanno stabilito che il rischio di reiterazione del reato sia minimo: per questo la sua pena è stata sospesa.

15 luglio 2015

fonte FanPage