SORTEGGI RUSSIA 2018. Per i nostri azzurri così si mette davvero male

Inserita in seconda fascia, la squadra azzurra rischia molto nel sorteggio di San Pietroburgo. Antonio Conte potrebbe, infatti, ritrovarsi in un girone di ferro. Nonostante le polemiche e lo scandalo, alla cerimonia sarà presente anche Sepp Blatter.
russia2018

L’ora X è arrivata. L’ora in cui conosceremo il destino della nostra Nazionale e quello che sarà il suo cammino verso i prossimi mondiali, è dietro l’angolo. Ancora poche ore e i riflettori del Palazzo Konstantinov, di San Pietroburgo, si accenderanno sul temuto sorteggio che comporrà i gironi di qualificazione della tanto contestata Coppa del Mondo che si giocherà in Russia. Il nostro movimento, a causa anche del recente pareggio in terra croata e dell’amichevole persa contro il Portogallo, non sarà testa di serie (non accadeva dal 2002) e rischia moltissimo durante l’evento organizzato per decidere i gruppi di squadre che si sfideranno per accedere al prossimo mondiale. Il rischio per la squadra di Antonio Conte, è quello di ritrovarsi fianco a fianco con una superpotenza europea come Germania o Spagna. E calcolando che soltanto il primo posto nel girone garantisce l’accesso alla fase finale, c’è da tremare al solo pensiero di tale accoppiamento.

Parla il ranking – Oltre ai campioni del Mondo e alle “Furie Rosse”, in prima fascia ci saranno Belgio, Croazia, Galles, Inghilterra, Olanda, Portogallo e Romania: un lotto di squadre premiate nell’ultimo anno solare dal ranking della Fifa. Dietro di loro, insieme ai “nostri” ragazzi, anche un’altra grande delusa del calcio continentale (la Francia) e un gruppetto di nazioni pronte a giocarsi, nei playoff, il ruolo di outsider nella corsa alla migliore seconda. Saranno quattordici (Russia ammessa di diritto, come paese organizzatore) le squadre europee che accederanno alla fase finale, solo quattro quelle che arriveranno dalla sfida tra le seconde nel girone. Intanto è atteso alla cerimonia anche Sepp Blatter. Per il presidente della Fifa si tratta del primo viaggio all’estero, dopo la bufera che ha colpito i vertici del calcio mondiale. Lo scandalo è venuto alla luce nello scorso maggio, in seguito alle inchieste partite dalla Fbi americana per presunte corruzioni nelle assegnazioni dei prossimi mondiali.

25 luglio 2015

fonte FanPage