“Eagle Shore 2015”: l’Esercito si addestra a evacuare la popolazione. Noi ci siamo sempre

EAGLESHORE

Il Reggimento Artiglieria a Cavallo e il Reggimento Lagunari hanno concluso, nei giorni scorsi, l’esercitazione anfibia “Eagle Shore 2015” presso l’Idroscalo di Milano.

Per la prima volta nella storia i due reggimenti dell’Esercito Italiano hanno condotto un’esercitazione congiunta nel bacino dell’Idroscalo milanese che, grazie ad un accordo tra la Forza Armata e la Città Metropolitana di Milano, dal mese di dicembre 2014 è a disposizione del Reggimento a Cavallo per le sue attività addestrative anfibie.

L’esercitazione è avvenuta alla presenza del Generale di Divisione Flaviano Godio, Comandante della Divisione “Friuli”, del Generale di Brigata Claudio Rondano, Comandante del Raggruppamento Tattico Lombardia impiegato nell’operazione “Strade Sicure” e “Expo” e del Generale di Brigata Domenico Pace, Comandante della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”.

In particolare, è stata simulata una NEO Operation (Non Combatant Evacuation Operation), ovvero l’evacuazione di personale civile da un luogo dove sono venute a mancare le condizioni di sicurezza, anche a causa di disastri naturali, attraverso l’utilizzo di imbarcazioni.

All’attività hanno partecipato anche due binomi del Gruppo cinofilo dell’Esercito Italiano, oltre a 50 uomini e donne del Reggimento Artiglieria a Cavallo “Voloire”, del Reggimento Lagunari “Serenissima” e personale della Brigata “Pozzuolo del Friuli”, da cui i due reggimenti dipendono. La cornice di sicurezza è stata fornita dai sommozzatori della Polizia Locale e della Protezione Civile che prestano regolarmente servizio presso l’Idroscalo. L’attività ha evidenziato la caratteristica  duale dell’Esercito che, grazie all’addestramento e ai mezzi ed equipaggiamenti in dotazione, è in grado di operare sia all’estero nelle Peace Support Operation, sia in Patria a favore della collettività.

Dal 2006, la Brigata “Pozzuolo del Friuli” è inserita nella Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare, una forza da sbarco di reazione rapida a cui partecipano reparti di diverse Forze Armate in grado di operare in ambienti marini e muovere a bordo di mezzi navali. L’Esercito Italiano, nella fattispecie, impiega per questa capacità i reparti della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, tra cui operano, oltre i già citati reggimenti Artiglieria a Cavallo e Lagunari Serenissima, anche il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, il reggimento Logistico di Remanzacco ed il Reggimento di Cavalleria Genova (4°) con sede a Palmanova (UD).

La Forza di Proiezione dal Mare è stata impiegata in missione per la prima volta durante l’Operazione “Leonte” in Libano.

Attualmente, i reparti esercitati sono impiegati nell’ambito del dispositivo “Expo”, contribuendo dal 1° di maggio, in collaborazione con le Forze dell’Ordine, alla sicurezza del sito dell’Esposizione Universale.