Sesso a cielo aperto a due passi dall’Arcivescovado.

attenzioneimmaginisensibilita

Vico Campanile ai Santissimi Apostoli, a pochi passi da Largo Donnaregina, sede dell’Arcivescovato partenopeo: è lì che due giovanissimi si appartano, nel vicoletto semideserto, per un fugace rapporto sessuale. C’è però la telecamera di uno smartphone che li riprende. Non è voyeurismo né morbosità. È una donna che riprende. Abita in zona. È stanca dei continui episodi di degrado a pochi metri da casa sua. E invia il video a Fanpage.it affinché – spiega – si mostri lo stato di degrado e di disinteresse della zona, diventata alcova a cielo aperto e in pieno giorno per amanti di passaggio e in altri casi per tossicomani o di persone nelle quali è meglio non imbattersi, soprattutto nelle ore notturne.

A questo si aggiunge – spiegano alcuni residenti del dedalo di vicoli alle spalle dell’Arcivescovado e a pochi passi dal museo Madre – la scarsissima pulizia della zona, l’invasione di blatte, ratti e zanzare. Un pessimo biglietto da visita per i numerosi turisti che, curiosi, si addentrano nei vicoletti alla ricerca della ‘magia’ di Napoli e ne escono con un quadro di uno squallore unico.

IL VIDEO

29 luglio 2015

fonte FanPage