Perde un altro figlio neonato: nasconde il cadavere in una stanza piena di immondizia

nascondecadaverefiglio

Quale verità si nasconda dietro la morte di Ember Warfel, la bimba di un anno morta oltre un mese fa e trovata solo mercoledì scorso in stato di decomposizione nella sua culla, dentro una stanza riempita all’inverosimile di sacchi di rifiuti, è ancora un mistero. L’unica cosa certa è che la mente di suo padre, Eric Warfel, che si è ritrovato a veder morire un figlio per la seconda volta, è preda di una lucida follia. Rintracciato e arrestato nella stessa giornata mentre faceva shopping in un centro commerciale di Medina, in Ohio, insieme alla figlia di sette anni, ha raccontato agli agenti che la piccola era morta intorno al 18 giugno e ha ammesso di non aver chiamato né medici né polizia e di aver riempito la stanza di spazzatura per mimetizzare l’odore del cadavere che si andava decomponendo. Tutto per nascondere quella tragedia alla sua famiglia e all’ex moglie, madre delle bimbe, che attualmente vive a New York.

La scoperta è stata fatta da un tecnico che stava effettuando un sopralluogo in casa Warfel finalizzato all’aggiornamento dell’impianto tv via cavo. Allertata la polizia e scattate le manette – l’uomo è per ora accusato di abuso di cadavere, con una cauzione fissata a un milione di dollari – la bimba di 7 anni è stata affidata ai nonni, mentre il corpo della piccolina è stato inviato al coroner della Contea di Cuyahoga che effettuerà l’autopsia per determinare la causa del decesso. Solo a quel punto, forse, si potrà capire se Eric Walfer ha qualche responsabilità nella morte della figlia o se si sia trattato di un evento inevitabile dovuto a una disfunzione della bimba. Già nel marzo 2013 la famiglia Warfel affrontò una tragedia analoga: il piccolo Erin Delynn morì a cinque mesi e il caso fu catalogato in ospedale come “morte infantile improvvisa e inspiegabile”. Oggi la mente di Eric potrebbe non aver retto davanti a questo nuovo lutto. Ma è solo un’ipotesi. Qual è stato il suo ruolo in entrambe le vicende potranno rivelarlo solo le indagini.

2 agosto 2015

fonte IlMessaggero

ap