“A di accetta, C di cappio” Il libro choc per i compiti

compitiSul testo, adottato in alcune scuole di Italia e soprattutto a Naoli sono apparse alcune scritte inquietanti per le lettere dell’alfabeto

Un libro per i compiti delle vacanze ha lasciato senza parole i genitori dei bambini.

Sul testo, adottato in alcune scuole di Italia e soprattutto a Naoli sono apparse alcune scritte inquietanti per le lettere dell’alfabeto. “A… come accetta che ti voglio dare in testa. B, è la bastonata che ti arriva sulle gambe. C… come il cappio che ti stringe il collo”.

La dolcezza destinata ai bambini di prima elementare è stata sostituita da frasi di pessimo gusto. Le espressioni erano state coperte da un adesivo dalla casa editrice, ma di certo non sono sfuggite ai genitori che hanno subito dato l’allarme. “Un sabotaggio” afferma Franco Lisciani amministratore delegato del gruppo che ha editato il libro per le vacanze ”Che spasso il ripasso”. “Non abbiamo mai avuto problemi con questa casa editrice – ha spiegato Maria Rosaria Scalella preside della scuola Neghelli e Collodi del quartiere Cavalleggeri – stiamo preparando un documento da inviare al gruppo editoriale con il sostegno dell’unione consumatori perché siamo sconcertati, il nostro unico scopo è quello di tutelare i bambini”. Una mamma poi spiega come si è accorta di quelle strane scritte: “Scegliendo personalmente gli esercizi che mio figlio doveva compilare, mi sono accorta dell’adesivo a pagina 26 e ho notato che le scritte verso la fine erano poco sovrapposte”. “Il libro è stato valutato dalle insegnati come uno dei migliori – spiega la preside Scalella – lo abbiamo scelto e suggerito come esercizio estivo, i genitori hanno poi approvato”.

4 agosto 2015

IlGiornale

ER