Fabio si accascia in campo: stroncata a 20 anni baby promessa del calcio

fabioIl giovane portiere ha perso i sensi al primo giro di campo
Inutili i soccorsi prestatigli dai compagni prima e dal 118 poi

Tragedia ieri sera, mercoledì 5 agosto, a Sevegliano di Bagnaria Arsa (Udine) dove si stava svolgendo un allenamento di calcio. Un ragazzo di 20 anni, Fabio Zuccheri, residente nella frazione di Crauglio, giovane promessa dell’“Associazione Sportiva Dilettantistica Sevegliano Calcio” – campionato di promozione – è morto improvvisamente colto da infarto al primo giro di campo. Inutili i tentativi di rianimazione del personale medico del 118. Lutto in paese e nel mondo del calcio in Friuli, per questa giovane vita spezzata. Fabio faceva il portiere. Era un ragazzo buono e generoso, disponibile e solare.

Una famiglia sfortunata quella di Fabio. Tre gli zii che sono morti in circostanze drammatiche: Ferruccio Zuccheri ha perso la vita a 16 anni di età a causa di un tragico incidente stradale; era un ciclista promettente ed è stato travolto da un mezzo, decedendo sul colpo. Un altro zio, Fulvio Zuccheri, 49 anni, che aveva giocato a calcio in serie A nel Bologna, è stato stroncato da un malore durante una partita delle vecchie glorie. Un terzo zio, infine, Giorgio Zuccheri, che militava prima nelle giovanili della Triestina e quindi nel Pordenone, è morto nel suo letto pochi anni fa: lo ha trovato esanime la moglie, al rientro a casa.

6 agosto 2015

IlGazzettino

ER