“Capitano Ultimo” rimosso per aver toccato Renzi?

Immagine

«Abbiamo il dubbio che il colonnello De Caprio, l’uomo che arrestò Riina, abbia toccato i tasti sbagliati. Non vorremmo che a far traboccare il vaso sia stato il ruolo giocato nell’inchiesta su Cpl Concordia, che ha rivelato anche le intercettazioni tra il premier Matteo Renzi e il generale della Guardia di Finanza Michele Adinolfi. Il suo accantonamento puzza di bruciato, specie in un momento in cui l’immagine dello Stato continua ad essere lesa da rapporti torbidi con le mafie. Il ministro della Difesa relazioni pubblicamente sulle motivazioni della scelta». Così il coordinatore dell’esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli commenta la rimozione del colonnello Sergio De Caprio dall’incarico di coordinatore del corpo dei carabinieri Noe. «Che lo Stato declassi un uomo del suo calibro è vergognoso e al tempo stesso emblematico – sottolinea Donzelli – aveva indagato su ecomafie, corruzione e cooperative toccando tasti delicati senza guardare carte d’identità e con grande professionalità. Si è trattato evidentemente di azioni che non sono piaciute – conclude Donzelli – il governo e il generale dell’arma dei carabinieri spieghino nei dettagli le motivazioni di questa decisione.

Fonte Ansa

Roma, 23 agosto 2015

3 thoughts on ““Capitano Ultimo” rimosso per aver toccato Renzi?

  1. Non lasciamo soli questi grandi UOMINI! Ma insieme a loro facciamo una grande rivoluzione!

  2. La mia massima stima per De Caprio, per tutti coloro che per aver sacrificato il proprio ego, per aver rifiutato onori mondani apparenti, per aver detto NO, per aver sofferto ingiurie e diffamazioni, per non poter essere dove potrebbe dare lustro all’Italia migliore, a chi sa di poter perdere la vita per via dell’abbandono da parte delle istituzioni con poteri decisionali forti.
    La mia massima stima per coloro che lottano, combattono, si mettono in prima linea, che sono presenti ma senza nome, che sono forti, audaci e austeri coi delinquenti, e delicati ed amorevoli con gli innocenti.
    Massima stima per uomini che sono i figli, i mariti, i fratelli e gli amici, i compagni di lavoro e studio che vorremmo essere ed avere accanto.
    Massima stima per le donne di questi uomini, loro degne compagne di vita.
    Massima stima e sostegno dal profondo del mio cuore affranto ma mai domo.

  3. non credo che questi signori abbiano il coraggio di parlare in un aula parlamentare , di delicate vicende come queste , ma staremo a vedere e il solito giochetto all’Italiana.

Comments are closed.