Caos Pd, salta la chiusura dei circoli annunciata dopo il terremoto di Mafia capitale

pd

I problemi sono tanti e si affastellano sul tavolo del commissario del Pd, Matteo Orfini. Al punto che i tempi dell’«operazione pulizia» si dilatano sempre di più. E così, dopo il terremoto Mafia Capitale, i democrat continuano a vivere – chissà ancora per quanto – una fase di stallo. I circoli cattivi e pericolosi (27 su 110), rilevati dal dossier di Fabrizio Barca, dovevano chiudere entro agosto. Ora Orfini spiega e prende tempo: «Il 27 settembre organizzeremo un seminario per far partire la riforma del partito». Rimandato a data da destinarsi anche il congresso, quello che dovrebbe far uscire il Pd capitolino dalla fase commissariale. Anche su questo punto si brancola nel buio. Tanto che sempre Orfini candidamente ammette: «Il congresso? Se tutto va bene lo facciamo presto, se non va tutto bene non lo facciamo». A tornare indietro, i proclami del presidente nazionale del Pd avevano fissato l’ora x a prima dell’inizio del Giubileo. Ma difficilmente sarà così.

di Simone Canettieri e Lorenzo De Cicco

Fonte Il Messaggero

Roma, 14 settembre 2015